Buongiorno a tutti,

Su "La Stampa" di Lunedì 20 Dicembre era riportata la notizia di due sci alpinisti multati dai Carabinieri dopo avere fatto una salita ed una discesa in nottura a Domobianca.

La prima domanda che mi è sorta è se i Carabinieri in questine non avessero avuto niente di meglio da fare a Domodossola? Nessun delinquente stava rubando spacciando ecc. !!!!!!!!!???? (ma combattere la delinqueza si sa, può essere pericoloso, meglio multare due ragazzi che facevano sport notturno in solitudine senza arrecare fastidio a nessuno!)

La seconda domanda è il motivo per il quale siano stati multati? Non sicuramente quello della sicurezza, nessuna stazione di sevizio è responsabile di quello che succede in pista di giorno (ho letto i regolamenti di biglietteria di diverse stazioni e su tutti viene esclusa qualsiasi tipo di responsabilità in caso di incidente, chi scia lo fa a proprio rischio e pericolo), figuriamoci di notte!

La terza domanda è se sia possibile multare dei liberi cittadini su territorio pubblico (la montagna è di tutti).

Personalmente temo che sia per il mancato introito economico che come scritto in chiusura dell'articolo "la multa di circa 80 Euro è stata ben superiore al costo del giornaliero"

La quarta qomanda è cosa ci sia di male a fare sci alpinismo notturno nei pochi giorni sereni e di luna piena, è sufficiente rispettare chi sta lavorando battendo le piste sui gatti e fermarsi sul bordo estremo della pista quano li si incrocia sia in salita che in discesa, ed evitare i "muri" più ripidi che vengono "battuti" con il verricello (questo è il vero pericolo).

Con questo non voglio dire che tutti lo possano fare, bisogna avere esperiena ed essere nelle condizioni psico fisiche adatte a fare fronte a qualsiasi inconveniente; lo sci alpinismo può essere uno sport estremo di giorno, figuriamoci di notte. Chi lo pratica, me compreso, lo fa soprattutto per sport e passione e non di certo per risparmiare il giornaliero; io sono titolare di uno stagionale (sicuramente non di Domobianca) che per queste ragioni sono anni che non frequento più, nè io,nè la mia famiglia, i miei nipoti, i miei cognati ed i miei amici.

In conclusione mi permetto di consigliare che invece di reprimere lo sci alpinismo notturno in pista praticabile comunque solo poche sere dell'anno, sarebbe invece molto più produttivo oganizzare appositamente qualche evento; non si sa mai che dopo la discesa il bar potrebbe vendere qualche cioccolata visto che alla fine è solo questione di soldi! (attendo smentite)

Per fortuna che il ministro Maroni in questi giorni (considerando i tempi di crisi economica ed occupazionale) ha comunicato che le forze dell'ordine (che godono di posto e stipendio fisso!) devono essere a disposizione e lavorare per la tutela dei cittadini, ma così non sembra!

 

Sarà gradito ogni riscontro in merito

 

Meditate gente.

Tag: Sci, alpinismo, notturno

Visualizzazioni: 118

Allegati:

Rispondi

Risposte a questa discussione

triste, molto triste.

tutto il Piemonte dovrebbe interrogarsi sulle normative, particolarmente restrittive, esistenti SOLO qui.

Sulle potenzialita' di questi sport (che con la morfologia del distretto, vanno a nozze) e sulla coerenza delle politiche turistiche.

Ma soprattutto concordo sulla razionalizzazione dell' Arma  che, oltre ai costi, dovrebbe avere impieghi piu' coerenti alla sicurezza pubblica (appunto) .

cordialmente

 

Mah diciamo che il giusto sta nel mezzo...se non sbaglio la legge 2 del 2008 vieta la risalità delle piste di giorno, ed anche la discesa di notte, si aggiunga poi che scendere subito dopo che il gatto ha fatto la traccia, se la neve non ha rigelato, significa fare solchi di 30 cm,che quando gelano costituiscono un bel pericolo per chi allla mattina successiva fa le prime discese e si trova davanti un buco o uno scalino.

E poi vero che fare delle multe a chi è magari salito standosene a bordo pista e sceso cercando di passare sulle piste non ancora fresate o solo dopo il rigelo, potrebbe essere eccessivo.

 

C'è poi il discorso sicurezza, su questo non si discute, i gattisti devono lavorare in sicurezza senza dover passare il tempo a curare che gli ski alper notturni non vengano fresati....

 

Anche il fatto che lo sci alpinismo sia in movimento in forte crescita, non sostenuto alla stessa maniera in tutte le località, è vero, c'è da dire comunque che domobianca ha curato la realizzazione di un percorso alternativo, nel bosco, buono per allenarsi o per i giorni con pericolo elevato.

Sarà anche una legge e va bè.... ma le leggi non dovrebbero impedire di provare delle sensazioni\emozioni che si provano solo in certe situazioni.In fondo il Moncucco è lì da molto più tempo delle piste da sci,quindi se vuoi occuparmi una mia parte di natura per guadagnare soldi fallo,xò poi non inpedirmi di poter vivere ancora quei luoghi quando e come desidero. 

Proprio bello il percorso alternativo che nella parte alta prevede un traverso dai ripetitori all'arrivo degli impianti molto ripido esposto e pericoloso, strano che nessuno ci abbia ancora lasciato la pelle!

Ad inizio stagione la risalita a bordo pista garantisce un allenamento in sicurezza ma i gestori degli impianti preferiscono mandare qualche ragazzo magari inesperto a morire sotto qualche valanga, così anche i giornali hanno qualcosa di cui scrivere "montagna assassina" "sciatori travolti" "leggi penali e sanzioni" "divieto" "obbligo Arva pala sonda in qualsiasi ambiente innevato (anche nel bosco dietro casa o sulla piana del Devero)"

Più volte a Domobianca ho visto trainare in pista aperta al pubblico ed in salita con la moto slitta, tipo sci nautico, sciatori degli sci club o agonisti; questo ovviamente è lecito e non pericoloso!

Sono stufo di sentirmi dare del "delinquente" quando dico che pratico lo sci alpinismo (esclusivamente da chi di montagna e di sci non ne sa nulla, ma ha solo un'idea distorta dalla cronaca, ed ovviamente non ha mai visto un alba o un tramonto dalla vetta di una montagna o addirittura tocca la neve una volta l'anno); ricordo che l'anno scorso in tutto il mondo in tutta la stagione sono purtroppo morti "solo" poche decine di sciatori e di alpinisti (che ovviamente non sono mai pochi) ma i giornali non aspettano altro che fare cronaca su questi eventi ignorando il fatto che, per citare un esempio, solo in Italia ogni 7 minuti muore una persona a causa del fumo di sigaretta! per non parlare degli incidenti sradali: decine di migliaia di morti all'anno!!! (di professione faccio il rappresentante e rischio molto di più in auto che sulgli sci) Con questo non volglio dire che in montagna non succede mai niente o non si rischia, la natura può essere crudele e selvaggia soptattutto quando ci coglie impreparati e non solo; ma non comunque di più degli incidenti domestici!!

Le trgedie in montagna fanno ormai più scalpore e cronaca, così poi qualcuno, invece di occuparsi di problemi più seri e davvero vitali, si inventa leggi inutili ed insensate invadendo i diritti e la libertà altrui.

ma nessuno ti obbliga a tagliare dai ripetitori agli impianti, mi sembra molto più normale salire fino alla croce semmai, comunque anche a me non entusiasma salire dal crestone perchè abbastanza scomodo, di solito dal lago stando in vancale a sinistra si riesce a salire senza entrare in pista.

Riguardo al resto nessuno si è mai sognato di darmi del delinquente perchè faccio sci alpinismo e quello che scrivono i giornali, per esperienza diretta, è sempre da interpretare e prendere con le molle.....

Ciao a tutti e Auguri.

Premesso che ho smesso di praticare sci alpinimo nel 1988/89 per infortunio ad una spalla posso però dire che, in quei dieci anni di in cui l'ho fatto non ho mai risalito una pista nemmeno quando mi allenavo con frequenza (in estate corsa in montagna).

Pensavo e penso che lo sci di fatica debba essere svolto solamente in luoghi ove non sia presente alcun impianto. Pensate al Luse senza impianti?! Quanti scialpinisti ci sarebbero in salita al Moncucco???? Forse 1/10 di quelli che attualmente lo praticano! Così come al Devero/al Cazzola! Io preferivo andare ai Sangiatto o Scatta d'Orogna.

Questo è sufficiente per dire che forse il problema esiste e debba in qualche modo poter essere affrontato. Con questo non volgio assolutamente giustificare l'intervento delle Forze dell'Ordine. Ci mancherebbe....con tutti gli altri problemi che ci sono (ubriachi in giro a fare danni e casino, violenti con coltelli in tasca......etc).

In questo caso è lappalissiano che l'intervento dei C. è stato richiesto dagli stessi operatori degli impianti che forse, come detto da Gianni, hanno ravvisato la possibilità che venisse rovinato il loro lavoro di fresatura della pista.

Non è semplice stabilire un equilibrio in attegiamenti o situazione che riguardano la sfera delle libertà personali e contemporaneamente della salvaguardia di un interesse legittimo.

Certo è che per riuscire a far salire una pattuglia di Carabinieri sino al Luse ci vuole proprio qualche conoscienza perchè se li chiami perchè c'è un bar che fa casino alle 2 di notte e non lascia dormire 20 persone spesso ti rispondono che non hanno operatori a disposizione. Saluti  

ciao

sono un gattista e ti posso garantire che praticare sci in notturna è molto pericoloso.

quindi ritengo che sia giusto mettere il divieto nelle piste battute dove circolano mezzi da lavoro.

se volete praticare sci notturno liberi di farlo, basta evitare le piste battute.

 

Ciao Stefano,

è chiaro che esiste poi un pericolo oggettivo come quello da te segnalato.

Guidare a fari spenti in statale è, evidentemente, un grosso azzardo che può mettere in pericolo tutti!

Auguri

Perfettamente d'accordo con Stefano.

Anche se una carvata dopo che e' passato il gatto e' una libidine :))

 

Le nostre alpinistiche notturne sul Cazzola, prevedono sempre il rientro da Misanco, non dalla pista !!

Ma molti sci-alpinisti travisano un po' il discorso di sci-alpinismo : si sale lungo una traccia e si scende fuoripista, non su pista !! Questo e' lo sci-alpinismo.

Se no e' un alp-pistismo :)

Quindi se si vuole andare al Moncucco, nessun problema secondo me : basta non toccare la pista mentre si riscende.

 

 

 

 

ma l'Italia è questa, non paghi il bollo auto e ti vengono a prendere a casa, evadi per milioni di euro e continui ad andare in giro con barche, anzi navi intestate a società fantasma!!!

 

comunque bisogna sempre rispettare il lavoro degli altri, per non mettere e non mettersi in pericolo!

 

 

 

 

 

la verità è ke i caramba hanno fatto solo il loro dovere come è giusto ke sia:PUNTO!!!! se la legge dice che nn si possono risalire le piste, nn si può!!! basta con le cazzate!!!  Non capisco perchè tutte queste polemiche, in italia siamo i primi a trovare da dire sulle cose giuste o sbagliate che siano asta nn rispettare le regole. se tutti si comportassero secondo i regolamenti e le leggi nn ci sarebbero queste polemiche: Allora perchè nn passiamo con il rosso? il codice della strada regolamenta che bisogna passare solo con il verde ...allora passiamo tutti con il rosso che tanto va bene lo stesso. Se uno vuole fare un'uscita sci alèp. notturna o che sia diurna che vada in montagna e basta opp. sale dal bosco di notte (nel caso di lusentino e scende con la frontale.... basta solo un pò di buonsenso e volontà e le cose si fanno....scusate lo sfogo... nn sono un caramba  ma faccio parte delle forze dell'ordine pure io e sn una guida alpina e anche se il mio parere conta come il 2 di picche credo che il buon senso in Italia manchi proprio, l'importante è violare le norme e basta: mettevi anche solo nei panni di chi lavora sul battipista e pensate come possa lavorare tranquillo sapendo che c'è gente in giro di notte sulle piste?

Matteo sei stato piuttosto rude ma efficace.

Se è sacrosanto ciò che hai detto circa le "leggi della pista".....beh se fossimo in Alto Adige ti assicuro che i Caramba o chi per essi si presenterebbero alla mattina ad ispeionare le piste (non solo di notte perchè chiamati giustamente dai gattisti). A quel punto, probabilmente, la maggioranza delle piste del VCO verrebbe chiusa perchè non rispetta le condizioni di sicurezza!

Dove sono le reti di protezione di tipo A e B, o di delimitazione C che dovrebbero contornare ogni pista?

Oppure........chissa se i gestori hanno mai redatto il PIDAV (l'obbligatorio Piano di Intervento per il Distacco Artificiale delle Valanghe - vd. zona sotto antenne) per la propria stazione?

Forse non è sempre tutto nero o tutto bianco.....certo se le regole ci sono e devono essere rispettate.....da TUTTI!

Anch'io, caro Matteo, lavoro per lo stato nelle tematiche ambientali. Ho frequentato i corsi AINEVA ottenendo tutti i brevetti inerenti le problematiche della sicurezza delle stazioni sciistiche compreso il distacco artificiale di valanghe. Nelle settimane passate a contatto anche con tuoi colleghi (CFS)ho avuto modo di confrontarmi e devo dire che se fossimo in altri contesti avremmo si un maggior rigore ma su tutti i fronti....specialmente quello riguardante gli obblighi dei gestori delle piste. Mi hanno raccontato che spesso (soprattutto in A.A.) alla mattina prima dell'apertura degli impianti, arrivano gli ispettori........e son dolori!!!!!!

Qui in Piemonte ci sono? Io non ne ho mai sentito parlare ne tanto meno penso che la L.R. indichi di dovrebbe eseguirli questi controlli.

Ne sai qualcosa tu?

 

RSS

Iscriviti alla nostra Newsletter

Attività Recenti

BRUNO FUSCO ha pubblicato una foto
ieri
Bennygreco ha commentato un post del blog di Neveazzurra 'Pubblicato il programma del Primo Maggio ad Ornavasso per la Vita tra Leponti e Walser'
mercoledì
Giancarlo Bruss ha commentato un post del blog di Neveazzurra 'Pubblicato il programma del Primo Maggio ad Ornavasso per la Vita tra Leponti e Walser'
martedì
Sono stati selezionati 3 post del blog di Silvia
martedì
Post del blog da Silvia
martedì
Bennygreco ha commentato un post del blog di Neveazzurra 'Pubblicato il programma del Primo Maggio ad Ornavasso per la Vita tra Leponti e Walser'
lunedì
Lory MonteRosa ha commentato la foto di enzo petralia
domenica
enzo petralia ha pubblicato una foto
domenica
Neveazzurra ha condiviso il suo post del blog su Twitter
sabato
È stato selezionato un post del blog di Neveazzurra
sabato
Post del blog da Neveazzurra
sabato
Post del blog da Cecilia
18 Apr

© 2014   Creato da Neveazzurra.

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio