Se ne sta parlando diffusamente anche qui su Neveazzurra e, proprio poche ore fa, sono giunte importanti novità da Macugnaga: il consiglio comunale cittadino ha approvato un nuovo regolamento per l'attività di eliski...

Riportiamo le dichiarazioni del Sindaco di Macugnaga, rilasciate alla locale emittente tv, VCO Azzurra Tv: “Un documento con il quale regolamentiamo questa attività che non vogliamo diventi invasiva e di massa. Abbiamo previsto un controllo sul numero di voli, e la possibilità per una sola compagnia aerea di lavorare in un unico giorno. Inoltre – ha detto ancora Corsi – i voli e le discese sulla neve dovranno essere ben definiti ed approvati dal corpo guide. Per gli atterraggi – ha concluso Corsi – abbiamo identificato le piazzole di atterraggio ed abbiamo eliminato quelle presenti in alcune oasi faunistiche. Con questo regolamento, quindi, non vogliamo escludere la possibilità per i nostri turisti di praticare l’eliski, ma allo stesso tempo abbiamo voluto tutelare il nostro territorio”.

Vi terremo ovviamente aggiornati su futuri sviluppi.

Visualizzazioni: 531

Commento

Devi essere membro di Neveazzurra per aggiungere commenti!

Partecipa a Neveazzurra

Commento da Macugnaga.net su 25 Maggio 2012 a 14:00

Da LaStampa.it del 25.05.2012 -
Meglio l'eliski delle ciaspole, il Cai tollera i voli della neve Sono ritenute più invasive le escursioni "dal basso": "Servono però regole certe"
No all’abolizione, sì alla regolamentazione dell’eliski: questa la proposta emersa l’altra sera a Stresa, dal raggruppamento «Est Monte Rosa» che riunisce i dirigenti delle diciassette Sezioni del Club alpino italiano del Vco e del Novarese.
Una lunga discussione ha permesso di evidenziare che l’eliski, se è rigorosamente disciplinato, non provoca impatti determinanti sull’ambiente naturale d’alta quota. Semmai risultano più gravi, quanto meno in determinate aree delicate, le conseguenze sull’avifauna alpina causate dalle escursioni (anche notturne) con le racchette da neve e dallo sci alpinismo. Infatti, in Alto Adige e in altri settori delle Alpi anche queste discipline sono state regolamentate, con il divieto di praticarle nelle zone più sensibili.
Analogamente si dovrà operare per l’eliski, limitando rigorosamente i punti di atterraggio, i giorni e i numeri delle rotazioni. Del resto una disciplina del genere è già stata attuata a Macugnaga e stava per esserlo a Formazza.
di Teresio Valsesia

-------------------------------------------

Ricordiamo che nel Forum di Macugnaga.net potete trovare altri articoli e discussioni precedenti, in ordine cronologico:
- Eliski; la battaglia di firme
- Eliski: Macugnaga approva regolamento
- Elisky, il no della guida
- "L'eliski è un'opportunità per il turismo di Macu"

Iscriviti alla nostra Newsletter

© 2014   Creato da Neveazzurra.

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio