Due particolari appuntamenti con la Storia del Novecento nel week end a Gravellona e Ornavasso

Week end ricco di appuntamenti particolari con la storia del Novecento: a Gravellona si rievoca la battaglia del 13-15 settembre 1944 con l'allestimento di accampamenti, scene di vita e veicoli storici, mentre ad Ornavasso i bunker della Prima Guerra Mondiale ospiteranno il laser-tag, attività ludico sportiva in grande espansione: nel VCO delle giornate aperte a tutti si sono svolte lo scorso mese di luglio a Cannero Riviera ed Ornavasso.

Ecco i programmi:

GRAVELLONA TOCE

ll 15 e il 16 settembra a Gravellona Toce si rivive la storia in modo nuovo con una suggestiva rievocazione dedicata alla storia del Novecento.

La battaglia del 13-15 settembre 1944, sostenuta per la conquista della città fra combattenti partigiani e truppe tedesche e della RSI verrà infatti raccontata attraverso l'allestimento di accampamenti, scene di vita e veicoli storici.

La Manifestazione è realizzata a cura di:
- Amministrazione Comunale di Gravellona Toce
- Gruppo di Rievocazione Storica PROGETTO900
- Compagnia Teatrale "Amici per un Sogno"
- Model Club15 e 16 settembre - Gravellona Toce

68° ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA DI GRAVELLONA TOCE

PROGRAMMA

Sabato 15 settembre:
dalle ore 20.00: visita agli accampamenti partigiani e tedeschi presso P.za Resistenza e P.za Vitt. Veneto
dalle ore 22.00: Ronde notturne e punto di ristoro presso l’oratorio a cura della Pro Loco.

Domenica 16 settembre:
ore 10.00: Raduno in Piazza Resistenza
ore 10.15: Corteo con sosta ai Monumenti ai Caduti per l’omaggio floreale e la benedizione, con accompagnamento del Corpo Musicale Santa Cecilia di Gravellona Toce.
ore 11.15: Saluto del Sindaco
Orazione ufficiale tenuta dalla Prof.ssa Irene Magistrini, Vicepresidente
dell'Associazione Casa della Resistenza

ore 15.00: Inizio della rappresentazione della Battaglia con la partecipazione del Gruppo di Rievocazione Storica PROGETTO900, dell’Ass. Amici per un Sogno e del Model Club VCO

dal 9 settembre Mostra fotografica
“MOMENTI LIETI ed EVENTI TRISTI in un CENTENARIO” presso la Biblioteca di Gravellona a cura dell’Ass. Arch. Cult. “Felice Pattaroni”

ORNAVASSO

I bunker della Linea Cadorna sopra Ornavasso saranno protagonisti domenica 16 settembre di una nuova avventura insieme all'Associazione Sportiva I 13 Orchi di Borgomanero.

Il Laser Tag è un'attività di gioco e simulazione a raggi infrarossi, innocua e non violenta, che sta diffondendosi rapidamente ovunque in Italia e nel mondo. Eventi analoghi - aperti a tutti - si erano già svolti nel mese di luglio a Cannero Riviera (Laser Tag in centro ad Oggiono) e ad Ornavasso, con i 13 Orchi.
Domenica 16 il ritrovo per chi vuole provare l'attività ed unirsi agli appassionati dell'Associazione Sportiva "I 13 Orchi" di Borgomanero è fissato per le ore 9,30 presso la biglietteria dell'Antica Cava di Ornavasso, lungo la strada che da Ornavasso porta verso il Santuario del Boden. L'area di gioco è situata poco distante. Sul posto è possibile noleggiare l'attrezzatura completa al costo di 15 euro.
Chi vuole sperimentare questa attività può farlo anche in altre date attraverso questo link

Visualizzazioni: 505

Commento

Devi essere membro di Neveazzurra per aggiungere commenti!

Partecipa a Neveazzurra

Commento da Massimo su 19 Settembre 2012 a 22:54

Sarà già che tutti i mali dell'Italia e la violenza sono colpa di un gioco!!! Quest'estate in Croazia giocavano dappertutto a soft-air conun sacco di tedeschi e austriaci...quando si propone qualcosa di innovativo che piace magari a giovani ci sono sempre quelli che devono criticare...Magari nel nostro VCO facessero tutti tante iniziative diverse come ad Ornavasso!!! ma no perdete neppure tempo a rispondere ...poi vanno in piazza coi No Tav a combattere contro le forze dell'ordine...ma per favore... 

Commento da Fabrizio Clemente su 18 Settembre 2012 a 9:58

Egregio Antonio , sono un normale cittadino , mi perdoni se non ho e non ambisco a qualifiche o rappresentanze  , e la conosco unicamente per le sue cariche istituzionali .

Ho visto la reclame ed il reportage fotografico su questo sito e vedo,nonostante lei  dica diversamente , i bambini con in mano armi o repliche , vedo anche istruttori in tenuta “tattico-pedagogica?”,come  inoltre ho visto domenica a Gravellona Toce l’ umiliazione della ricorrenza dei partigiani caduti per la presenza ed il protagonismo di un drappello di SS in uniforme .

 Lei potrà continuare a pensare che quello che vedo e che sento sono solo miei pregiudizi e preconcetti ipocriti , non avendo tra l’altro io manco letto la bibbia dei softgunners italiani del prof. Lovanco .

La netta sensazione che ho maturato io , d’altronde , è che con lei cerchi a tutti i costi di mistificare  questi giochi di guerra  con vari pretesti .

Buona giornata .

Commento da Antonio su 16 Settembre 2012 a 23:27

Gentile Fabrizio (non ho il piacere di conoscerla quindi se si qualifica fa cosa gradita), pare che il laser tag infastidisca qualcuno, qualcuno che peraltro non pare incontrare poi tutti questi consensi a giudicare dai commenti apparsi anche in rete.

Come avrà notato io ho commentato personalmente il suo intervento proprio perchè - come le ho già detto - non si tratta di un evento organizzato dagli enti che rappresento. Ribadisco quello che le ho detto: si informi prima di scrivere o attribuire responsabilità in quanto tali eventi non si svolgono affatto in luoghi comunali non sono organizzati nè patrocinati  nè tanto meno finanziati da enti.  Sono persone e giovani che si limitano a giocare senza disturbare nessuno e se sono intervenuto è semplicemente perchè tanto moralismo a senso unico mi sembra - da cittadino - davvero ipocrita. E' disinformato anche sui centri estivi (tra l'altro il Family Day è tutt'altra cosa e proprio non c'entra nulla) perchè - ho avuto modo di assistere a qualche attività (cosa che lei evidentemente non ha fatto e continua a parlare in base ai suoi pregiudizi e preconcetti) e non si utilizza alcuna replica di armi ma sono solo giochi di mira ed abilità (sono vietati anche questi?). Lei si è iscritto da poco a questa community e solo in occasione dell'inserimento del suo commento - ma se ha avuto modo di curiosare un po' avrà visto che si parla di molti eventi ed attività diverse, spesso con dibattiti anche accesi (penso ad esempio al tema dell'eliski) ma sempre nel rispetto delle diverse posizioni. Mediamente in una stagione attraverso questi siti diamo informazioni su circa due mila eventi del territorio: non vedo nulla di male se tra questi 2000 eventi ci sono anche i 2 o 3 appuntamenti con il laser tag. Se poi volessimo entrare nel merito dell'attività - sempre da un punto di vista personale - provi a leggersi il saggio su Psicologia Contemporanea  del prof. Giacchino Lavanco, Ordinario di Psicologia di comunità e membro del direttivo nazionale della Società Italiana di Psicologia di Comunità dal titolo "Quando il "gioco della guerra" promuove competenze" . Certo non cambierà idea ma vedrà che ci sono posizioni molto divergenti dalla sua e pertanto vanno rispettate, come noi rispettiamo la sua idea. Avrò il piacere di incontrarla se si qualificherà.

Commento da Fabrizio Clemente su 16 Settembre 2012 a 20:56

Sig Antonio Longo Dorni , mi risulta  lei ricopra le cariche di Sindaco di Ornavasso e di Presidente del Distretto Turistico  Laghi e Monti  , che le conferiscono una diretta responsabilità almeno nell’ autorizzazione degli eventi che si svolgono nell ‘Antica Cava di Ornavasso e nella pubblicità che qui in queste pagine si da a detti eventi.

Io non sono nessuno , non censuro nessuno  e non ho ne la presunzione ne tantomeno il potere di poter decidere per altri che cosa è giusto e cosa no .

Considerato che nella nostra Provincia , si svolgono numerosissimi eventi , manifestazioni , sagre nelle più varie località e delle più varie dimensioni e tipologie, e che la maggior parte di essi non provocano tante critiche come il gioco di guerra chiamato laser tag da voi proposto, siete voi  liberi di pubblicizzarne quelli che più vi aggradano , con o senza presunzione .

Il ritenere i giochi di guerra come il laser tag non violenti è come dire che i film di guerra non sono violenti perché in fondo nessun attore muore o si fa male realmente .

Il laser tag di storico non ha niente , visto che è un attività molto recente .

Il carattere di “estremo” , che ho affibbiato forse a sproposito al laser tag , non voleva aver valore di sport estremo nel senso fisico , ma solo nel senso etico , cioè nella difficoltà , per il senso comune , che venga accettato come normale , il giocare a spararsi addosso .

Sono d’ accordo con lei che vi sia anche di peggio , ad es. in certi videogiochi o film , ma credo che ciò non possa essere una giustificazione per promuovere  iniziative al meno peggio .

Naturalmente ognuno a casa sua è libero di giocare e lasciar giocare i propri figli ai giochi più o meno violenti che preferisce , ma molto diverso è proporre da posizioni istituzionali gli stessi giochi ai figli degli altri . Mi riferisco alle vostre proposte Family Day ed alla partecipazione dei centri estivi al vostro laser tag , che è sconsigliato ai minori anche dalla maggior parte degli appassionati di questi giochi di guerra .

Commento da Antonio su 16 Settembre 2012 a 11:50

Ho grande rispetto della sua opinione però ciascuno è libero di fare le attività che ritiene opportune...è una questione di libertà, senza la presunzione di poter decidere per altri che cosa è giusto e cosa no... ovviamente nel rispetto delle regole. Se poi più soggetti sul territorio organizzano attività e rievocazioni crediamo sia corretto dare tali informazioni.  Parlare poi  di "attività estreme" per una rievocazione storica o una partita di laser tag è davvero assurdo, dal momento che proprio recentemente anche delle persone con limitazioni sensoriali si sono dedicate con successo a tale attività- e questo credo sia una cosa bellissima: è evidente che non si tratta di attività nè estreme nè apologetiche. Sono anche queste attività out-door, in questo caso di strategia, tattica e movimento, che si stanno diffondendo un po' ovunque, senza alcuna violenza (a differenza di molto video-giochi e film)...poi ciascuno è libero di pensarla come vuole, di partecipare o meno, di ritenerle utili o meno, ma certo non può pretendere di censurarle in base a pregiudizi non si capisce bene di quale genere.

Commento da Fabrizio Clemente su 15 Settembre 2012 a 19:27

Presumo abbiate una passione sfrenata per i giochi di guerra , vista l' insistenza con cui continuate a proporli  , cercando giustificazioni ora con pretesti storici ,

ma ribadisco che stonano decisamente con le altre attività , sicuramente meno " estreme", qui trattate .

GUARDATE QUI IL VIDEO "NEVEAZZURRA, IL PARADISO DEGLI SPORT INVERNALI"
Un comprensorio sciistico a misura d'uomo e di famiglia, di agonista e di amatore! 150 km di piste tra Lago Maggiore, Lago d'Orta, Lago di Mergozzo e Valli dell'Ossola!

Attività Recenti

È stato selezionato un post del blog di Silvia
ieri
Post del blog da Silvia
ieri
fabio cester hanno aggiunto il profilo di fabio cester ai propri preferiti
giovedì
fabio cester hanno aggiunto il profilo di fabio cester ai propri preferiti
giovedì
Sono stati selezionati 2 post del blog di Silvia
14 Mag
Post del blog da Silvia
14 Mag
È stato selezionato un post del blog di Silvia
8 Mag
Post del blog da Silvia
8 Mag
È stato selezionato un post del blog di Silvia
7 Mag
Post del blog da Silvia
7 Mag
È stato selezionato un post del blog di Silvia
8 Apr
Post del blog da Silvia
8 Apr

© 2019   Creato da Oreste.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio