In 8.000 per l’apertura di Fiori di Fuoco

Quando le torrifaro si sono spente, gli altoparlanti hanno iniziato a diffondere la musica e, improvvisamente, le acque ribollenti della Cascata del Toce si sono illuminate di verde, a molti sono venuti i brividi. Un’emozione incredibile lo spettacolo d’apertura di Fiori di Fuoco, andato in scena ieri sera in Val Formazza. Quaranta minuti con il fiato sospeso, tra luci, musica, fuochi d’artificio e cascate di luce, in un crescendo fino al gran finale che ha lasciato il pubblico a bocca aperta.

Il Campionato mondiale di fuochi d’artificio, organizzato dal Distretto Turistico dei Laghi con la collaborazione delle Province del Verbano Cusio Ossola e di Novara e la Regione Piemonte, ha debuttato alla grande, con uno spettacolo suggestivo allestito dalla ditta Parente Fireworks.

Oltre ottomila le persone (ben 2.500 le auto che, dopo lo spettacolo, sono scese dalla sola zona della cascata) che, già dalle prime ore del pomeriggio, hanno raggiunto la frazione di Sotto Frua per assicurarsi un posto in prima fila per un evento unico: ammirare la cascata del Toce di notte, pienamente illuminata, incorniciata dai fuochi d’artificio della ditta Parente, nota a livello mondiale.

E le aspettative non sono state disattese, nonostante l’assenza totale di vento che, in alcuni momenti, ha fatto ristagnare i fumi dei fuochi pirotecnici offuscando la visuale della cascata. Famiglie intere, giovani e meno giovani, tanti bambini hanno raggiunto Sotto Frua a piedi o a bordo dei bus navetta messi a disposizione dal Comune di Formazza.

. Una fila interminabile di persone lungo i 2km e 800 metri di strada da Ponte a Sotto Frua, che poi si sono assiepate sul prato attenendo il calare del sole e l’arrivo del buio.

Alle 22 poi, il primo botto che ha annunciato l’inizio dello spettacolo. Mentre si diffondeva, in sottofondo, l’audio di un filmato dell’Istituto Luce sui lavori di costruzione delle dighe di Formazza, si spegnevano le torrifaro che, fino a quel momento, avevano illuminato la zona e il pubblico. Poi il via allo spettacolo: dapprima i giochi di luce e musica, poi i fuochi d’artificio.

Il rientro del pubblico a Ponte, e poi da lì a fondovalle, è durato fino a notte tarda.
“Una serata magica – commenta il presidente del Distretto Turistico dei Laghi Antonio Longo Dorni – la Cascata del Toce e lo spettacolo suggestivo hanno richiamato migliaia di persone non solo dalla nostra provincia ma anche dalle aree limitrofe. Desidero ringraziare il Comune di Formazza per l’organizzazione della serata, e tutti coloro che hanno collaborato, in particolar modo i volontari quali Aib di Verbania, Domodossola, Villadossola, Trontano, Varzo, la Croce Rossa di Domodossola e il 118, e naturalmente le Forze dell’ordine. Il lavoro sinergico ha fatto sì che un evento di questa portata si svolgesse senza alcun disagio o incidente”.

Il Distretto dei Laghi era presente a Sotto Frua con un punto informativo dove Elisa e Irene (con me nella foto) hanno distribuito materiale turistico e fornito assistenza al pubblico.

Dopo lo spettacolo d’apertura alla Cascata del Toce la competizione di “Fiori di Fuoco” entrerà nel vivo con la gara in programma sabato sul lago di Mergozzo, dove si esibirà la ditta FORWARD FIREWORKS.

Al prossimo spettacolo!
Miria Community Manager

(foto fuochi d'artificio di Giancarlo Parazzoli)

Visualizzazioni: 393

Commento

Devi essere membro di Neveazzurra per aggiungere commenti!

Partecipa a Neveazzurra

Commento da Alberto su 29 Luglio 2009 a 19:38
Le machine che sono scese prima non sono da definire i soliti "furbi all'italiana", perche' coloro che erano su' all'albergo cascata con il parcheggio stracolmo di auto, la forestale alla fine dei fuochi hanno tenuto le macchine ferme e poi hanno dato il via per la discesa alle ore 22.30, percio' non si tratta di "furbi all'italiana" ma la strada e' stata riaperta ufficialmente a quell'ora. E coloro che sono scesi a sottofrua, con posti disponibili in auto hanno fatto da navetta alla gente che non riusciva a camminare bene e agli anziani, noi compresi abbiamo dato un passaggio a tre persone ultraottantenni. Per cui prima di parlare a vanvera dico solo di informarsi. Comunque lo spettacolo e' stato grandioso. Ciao
Commento da Giorgio Tettoni su 28 Luglio 2009 a 18:55
Dopo due ore alle terme di Premia, una passeggiata agli Orridi di Uriezzo, la visita alla centrale Enel di Ponte e la Casa Forte, una passeggiata fino a Sottofrua non poteva mancare, si, le macchine hanno dato fastidio, i soliti "furbi all'italiana", quanto avevamo nello zaino ha sopperito ai ristori, ma l'evento è stato unico, fenomenale, emozionante
Commento da Michele Villeri su 27 Luglio 2009 a 22:30
Un bello spettacolo i fuochi e la prima volta che li vedo da una cascata,non so se li hanno mai fatti da una cascata prima di questa,comunque mi sono piaciuti,peccato per il fumo che li hanno un pò oscurati e per l'organizzazione sui punti di ristoro visto che c'era da fare tanta coda ed i viveri scarseggiavano
Commento da Miria su 27 Luglio 2009 a 16:24
Molti di voi ci hanno segnalato il problema delle auto che sono scese prima della mezzanotte, nonostante il divieto. Il Comune di Formazza in effetti aveva disposto la chiusura fino alle ore 24.00 (eccezion fatta per le auto munite di permesso - giura. autorità, organizzazione - una trentina in tutto). Evidentemente ci sono state delle diffcoltà nel controllo delle auto che si sono incamminate lungo la strada, ma non vogliamo farne colpa ai volontari che ieri sera hanno prestato la loro opera in una situazione "al limite"! Piuttosto il demerito è di chi non ha rispettato le regole!
Commento da Massimo su 27 Luglio 2009 a 14:41
E' stato uno degli spettacoli più grandi a cui ho partecipato... unico problema le macchine che sono scese prima della mezzanotte con tutta la gente a piedi avrebbero dovuto limitare il transito alle sole navette..per il resto grande
Commento da Raffaele "Flint" Crespi su 27 Luglio 2009 a 13:07
Peccato non esserci stati ma eravamo in "trasferta" per due giorni al cospetto del Gran Paradiso...

GUARDATE QUI IL VIDEO "NEVEAZZURRA, IL PARADISO DEGLI SPORT INVERNALI"
Un comprensorio sciistico a misura d'uomo e di famiglia, di agonista e di amatore! 150 km di piste tra Lago Maggiore, Lago d'Orta, Lago di Mergozzo e Valli dell'Ossola!

Attività Recenti

È stato selezionato un post del blog di Silvia
venerdì
Post del blog da Silvia
venerdì
Post del blog da franco iulini
10 Giu
È stato selezionato un post del blog di Silvia
4 Giu
Post del blog da Silvia
4 Giu
Sono stati selezionati 2 post del blog di Silvia
31 Mag
Post del blog da Silvia
31 Mag
È stato selezionato un post del blog di Silvia
27 Mag
Post del blog da Silvia
27 Mag
È stato selezionato un post del blog di Silvia
20 Mag
Post del blog da Silvia
20 Mag
fabio cester hanno aggiunto il profilo di fabio cester ai propri preferiti
16 Mag

© 2019   Creato da Oreste.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio