La pista Corti tra le più belle d'Italia: una notizia che sottolinea le potenzialità del territorio ma anche le grandissime difficoltà per l'adeguamento degli impianti

Secondo il noto sito di settore www.skiinfo.it la pista rossa dell'Alpe Corti è la migliore del suo genere in Italia, davanti a Cortina d'Ampezzo – purtroppo però la pista è chiusa per la scadenza delle autorizzazioni.

Un riconoscimento importantissimo, in un momento certamente non facile per il Mottarone, ma speriamo non tardivo, dal momento che la sciovia che serve questa pista è ormai chiusa per la fine del ciclo di vita tecnico dello skilift di collegamento.

“E' un riconoscimento che da un lato rappresenta un'iniezione di fiducia per le potenzialità e il fascino del Mottarone” - commenta il Presidente del Distretto Turistico, Antonio Longo Dorni - “dall'altro sottolinea ulteriormente il difficile momento che il Mottarone e anche altre stazioni sciistiche, come Pian di Sole, stanno attraversando, dovendo rinnovare autorizzazioni ed impianti”.

“Credo che la passione e l'impegno dei gestori non manchi, ma le normative molto severe e gli ingenti sforzi economici richiesti per ammodernare gli impianti, in assenza di contributi pubblici, rischiano davvero di compromettere la vita di stazioni comunque apprezzate e ben gestite e sarebbe una perdita gravissima per tutto il nostro movimento turistico”.

Peccato perchè nel frattempo il nostro territorio è sempre più conosciuto, grazie soprattutto al web e ai siti del nostro Distretto Turistico

Quest'estate la Cascata del Toce ed il Sacro Monte Calvario sono stati premiati come mete emergenti da tripadvisor, sito turistico con 40 milioni di utenti ogni mese” - precisa Longo Dorni - “poi Trivago – altro grande portale turistico - ci ha premiati come la regione con la migliore reputazione on line, ed ora anche la montagna invernale inizia ad essere conosciuta, sia per la bellezza dei tracciati, sia per sport emergenti, come le ciaspole in Val d'Ossola, al quale il mensile del Cai – 320 mila soci ha dedicato uno splendido articolo a marzo”.

Tutte attività valorizzate dal Distretto Turistico sia attraverso la community Neveazzurra (www.neveazzurra.it) – la principale community invernale delle Alpi, con 5300 iscritti e 27 mila fotografie on line – sia attraverso la promozione di eventi ed iniziative, come il circuito “Ciaspolando tra laghi e monti” che negli anni ha fatto conoscere le splendide ciaspolate che si svolgono sulle nostre montagne.

“L'auspicio è che questi riconoscimenti a livello nazionale servano a dare fiducia sia agli operatori che agli amministratori” - commenta Longo Dorni - “perchè investano sul territorio e valorizzino da un punto di vista turistico la montagna e le sue attività”.

Per supportare tale processo – vitale per il futuro della montagna – il Distretto Turistico dopo aver promosso alcuni incontri di formazione nelle valli, sta rinnovando i materiali informativi, più orientati alla promo-commercializzazione e sta incontrando operatori ed enti pubblici per supportarli nello sviluppo delle attività turistiche.

“Anche su questo si gioca il futuro delle nostre montagne e soprattutto dei giovani” - conclude Longo Dorni.

Il riconoscimento alla Pista panoramica dell'Alpe Corti al Mottarone, come migliore pista rossa (difficoltà media) italiana compare sul noto sito di settore www.skiinfo.it che stila una classifica delle migliori piste rosse italiane. Solo a seguire l'Alpe Corti – continuiamo nella lettura dell'articolo – vengono citati nomi di pura eccellenza: Cortina d'Ampezzo (Belluno), Monte Bondone (Trento), Souze d'Oulx (Torino), Marmolada (Belluno), Madesimo (Sondrio), Madonna di Campiglio (Trento), Tonale (Brescia), Andalo (Trento), Valtournenche (Aosta), Forni di Sopra (Udine), Livigno (Sondrio), Monte Moro (Cuneo) e molte altre località.
Qui di seguito il link per la lettura completa dell'articolo: http://www.skiinfo.it/news/a/582514

Ma le segnalazioni sulle attività sportive nel nostro territorio non finiscono qui. Nel numero di Marzo 2013 di «Montagne 360» - il mensile del Club Alpino Italiano dedicato all’alpinismo, all’escursionismo, alla tutela dell’ambiente come alla vita quotidiana di chi abita le terre alte - compare uno splendido articolo firmato da Marina Morandin dedicato alle più belle ciaspolate della Val d'Ossola a titolo «La Val d'Ossola a passo di ciaspole», cinque itinerari alla scoperta dell'Ossola e delle sue Valli laterali con un obiettivo: percorrerne almeno uno in notturna nelle serate di luna piena! Un'importante segnalazione data quindi da questo mensile di rilevante importanza grazie anche alla sua distribuzione capillare agli oltre 320 mila soci che si aggiunge al recente passaggio di distribuzione e vendita attraverso le edicole di tutta Italia, decisione nata dall' esigenza di dialogare con i tanti frequentatori dei monti che non sono necessariamente soci Cai.


La Community di Neveazzurra (www.neveazzurra.org), valorizza e promuove tutto il territorio sciistico del Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell'Ossola che include oltre 150 Km di piste, più di 50 impianti di risalita e numerose possibilità di praticare tanti altri sport invernali come lo sci alpinismo, lo sci di fondo, il fuoripista, lo sci alpino, il pattinaggio, cascate di ghiaccio e vari percorsi sulle ciaspole con possibilità di intrattenersi anche presso divertenti snowpark e cascate di ghiaccio; il tutto suddiviso in ben 10 stazioni sciistiche di unica bellezza e particolarità: Cheggio, Devero, Domobianca, Formazza, La Baitina, Piana di Vigezzo, Macugnaga, Mottarone, Pian di Sole e San Domenico.
Una Community che, grazie al fondamentale aiuto e contributo degli oltre 5.300 iscritti, svolge un ruolo di rilevante supporto per la valorizzazione del territorio. I mezzi di comunicazione che utilizza sono, tra l'altro, tra i più all'avanguardia o meglio, i più facilmente fruibili dai giovani utenti che navigano sul web: oltre al regolare contatto della redazione con giornalisti e media di ogni genere, Neveazzurra può contare su un sito internet aggiornato quotidianamente con post e aggiornamenti della redazione ma anche con i forum e le discussioni create dai membri della Community, sempre molto attivi in merito; una “Snowletter”, ovvero una Newsletter settimanale dedicata alle principali informazioni in materia di sport invernali e inviata a tutti gli scritti; una sezione “immagini” e “video” che lascia spazio alla creatività e all'iniziativa degli utenti; una sezione “Chat”, per i contatti più diretti e per ricevere informazioni più immediate; la gettonatissima sezione “Webcam”, “un occhio discreto” sulle stazioni sciistiche del territorio; e poi ancora il meteo, i principali eventi, le offerte e, ultimo ma non per importanza, l'aggiornatissimo “Bollettino Neve”, che quotidianamente (festività comprese), già dalle ore 8.00 di ogni mattina, è aggiornato dalla redazione di Neveazzurra con le aperture delle piste, l'altezza della neve e altre info di particolare interesse a chi consulta il bollettino in previsione di una giornata sugli sci! Il Bollettino Neve inoltre è consultabile anche telefonicamente con una semplice chiamata dal cellulare al numero 0323 1975665 - al costo della telefonata.

Visualizzazioni: 579

Commento

Devi essere membro di Neveazzurra per aggiungere commenti!

Partecipa a Neveazzurra

Commento da Davide su 6 Marzo 2013 a 9:42

mah io su questa cosa del cambiamento climatico ho i miei dubbi... insomma, stagioni più miti o con poca neve, sono sempre capitate... certo c'è una tendenza generale ad un aumento delle temperature, su questo non si discute... ma se si vanno a vedere i dati per il nostro territorio, si può scoprire come la temperatura media della stagione invernale sia rimasta praticamente immutata... in realtà c'è stato qualche cambiamento, in quanto c'è stato un lieve aumento delle massime, controbilanciato da una flessione delle minime.... quindi non è che per ora in inverno ci siano stati grandi stravolgimenti... in anni recenti abbiamo avuto sia inverni molto nevosi e freddi (2006, 2009, 2010), che inverni miti e secchi (2007, in parte il 2012 prima dell'ondata di gelo di febbraio)... quindi mi pare che siamo abbastanza nella normalità... tra l'altro il mottarone nel corso degli anni è riuscito quasi sempre a tenere aperti gli impianti dall'Immacolata alla prima settimana di aprile... unica eccezione lo scorso anno, che come si sa è stato difficile un po' in tutto il vco, in cui gli impianti hanno aperto il 26 dicembre (in linea con le altre località della zona) ed hanno chiuso nella seconda metà di marzo...

poi sul fatto che sia giusto anche fare un investimento rivolto non solo allo sci, ok...

ma mi chiedo perchè al Mottarone non considerano l'acqusizione di una seggiovia usata, che renderebbe attuabile il progetto con molti meno soldi... Il Comune di Varzo aveva messo all'asta la seggiovia biposto della Sella per 400 mila euro (una seggiovia nuova costa sui 2 milioni)... secondo me sarebbe stata un 'ottima occasione per il Mottarone...

Commento da roberto brusa su 5 Marzo 2013 a 21:57

Ma io non sono cosi' sicuro sul discorso del cambiamento climatico ,a volte non riescono a prendere la previsione neanche poche ore prima dell'evento come fanno a spiegarci il clima da qui a trent'anni.....boh,mi pare di aver intuito comunque che se si fara' un'investimento questo non sara' solo dedicato allo sci ma anche a altre discipline e questa potrebbe essere la mossa vincente.Il mottarone ha le potenzialita' per diventare un bellissimo parco divertimento a pochi passi dalle grandi metropoli poi,se capita una stagione invernale come quella del 2008 (stile anni 80) ancora meglio

Commento da Claudio Antoniazzi su 5 Marzo 2013 a 14:58

Limitatamente al discorso Mottarone sono convinto che non sia il caso di investire grandi capitali per l'ammodernamento di impianti rivolti unicamente allo sci. Purtroppo una bella pista da sci senza neve serve a poco. Penso che con il passare del tempo lo sci sarà praticabile con continuità a quote sempre più alte. Bisognerebbe pensare ad alternative per le località a bassa quota, attuando una chiara strategia lungimirante. Magari esiste già non lo so. 

I nostri nipoti dovranno andare con le pelli di foca alla Capanna Margherita per trovare un pò di neve, tanto i crepacci non faranno più paura, non ce ne saranno più...

GUARDATE QUI IL VIDEO "NEVEAZZURRA, IL PARADISO DEGLI SPORT INVERNALI"
Un comprensorio sciistico a misura d'uomo e di famiglia, di agonista e di amatore! 150 km di piste tra Lago Maggiore, Lago d'Orta, Lago di Mergozzo e Valli dell'Ossola!

Attività Recenti

Claudia Rossini hanno aggiunto il profilo di Claudia Rossini ai propri preferiti
29 Set
È stato selezionato un post del blog di Silvia
25 Set
Post del blog da Silvia
25 Set
Sono stati selezionati 2 post del blog di Silvia
4 Set
Post del blog da Silvia
4 Set
È stato selezionato un post del blog di Silvia
26 Ago
Post del blog da Silvia
26 Ago
fabio ha pubblicato una foto
13 Ago
fabio ha pubblicato una foto
13 Ago
È stato selezionato un post del blog di Silvia
13 Ago
Post del blog da Silvia
13 Ago
franco iulini ha pubblicato una foto
5 Ago

© 2019   Creato da Oreste.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio