Un giorno da comparse, sul set di “Quando la notte”

Un giorno da comparse, sul set di “Quando la notte” diretto da Cristina Comencini e con protagonisti Claudia Pandolfi e Filippo Timi. Sveglia ancor prima dell'alba, alle 7.30 la convocazione, il disbrigo delle pratiche amministrative, poi in sartoria per indossare i costumi di scena e, infine, di corsa sul set per ricevere le istruzioni da parte dei responsabili “figurazioni”. Una giornata fatta di lunghe attese, prove e controprove, ripetizioni delle scene quasi all'infinito, ma vissuta in un ambiente stimolante, elettrizzante, nel cuore di un film d'altissimo livello, ad ammirare una grande regista, Cristina Comencini, dirigere due attori di pari profilo, e tra le persone della troupe, grandi professionisti instancabili.

Da circa un mese a Macugnaga sono iniziate le riprese del film tratto dall'omonimo libro “Quando la notte” di Cristina Comencini. La storia è ambientata sulle Dolomiti, ma la regista ha scelto la Perla del Rosa come location: nel film, s'incontrano due personaggi, Marina e Manfred, i quali vivono una vita fatta di solitudine. Lei si rifugia dalla città in montagna con il suo bambino piccolo, lui, uomo ruvido e scontroso, è il proprietario della casa dove lei va a vivere. Siamo nel 1995.

Ieri, mercoledì 22 settembre, nella frazione Staffa, ai piedi dell'Alpe Bill, è stata girata la scena 37, quella in cui, durante una festa religiosa in onore della Madonna, Marina e Manfred s'incontrano. Per l'occasione sono state assoldate quasi duecento persone (tra cui anche mia figlia ed io), ed è stata ricostruita la scena di una delle tipiche feste religiose delle nostre valli. Più o meno tre i minuti che poi compariranno nel film, ma quanto lavoro per ottenere la scena buona!

L'appuntamento del popolo delle comparse è alle 7.30 a Pecetto, dove la produzione ha base. Dopo aver firmato il contratto di lavoro, si passa in sartoria per indossare gli abiti di scena. Poi tutti a Staffa, nel piazzale della funivia del Moro. Sul posto ci sono già i gruppi con i costumi walser, mentre le altre comparse, che dovranno intepretare i turisti che assistono alla processione e partecipano alla festa, vengono radunate tutte assieme per ricevere le opportune istruzioni. Ci sono molti bambini, e tante persone conosciute, sia di Macugnaga che dell'Ossola, e del resto della provincia: Davide Rabogliatti, il vicesindaco di Macugnaga, Cristina dell'Ufficio Informazioni Turistiche, una piccola “delegazione” del Comune di Domodossola, e tanti altri volti “noti”.

Per tutti, il primo impatto, è con l'abbigliamento: gonnelloni lunghi abbinati a scarpe da ginnastica, jeans a vita alta, maglie e felpe larghe e informi. E poi spuntano le vecchie macchine fotografiche, con i rullini (ma nessuno è riuscito a trovare una vera pellicola), gli zaini Invicta, i jeans a vita alta e le camicine senza maniche. Sono passati solo quindi anni, ma sembra una vita fa e tutti ci sentiamo un po' come a una festa di Carnevale.

Tra le comparse c'è davvero di tutto: impiegati, studenti, medici, bambini, casalinghe, e per tutti la motivazione che ci ha spinti a presentaci ai provini e poi partecipare alle riprese è la medesima: vivere un'esperienza.

Sono solo le 8.30 del mattino e veniamo invitati a portarci sul set: la scena da girare è quella della processione con la statua della Madonna portata a spalle. Sfilano i bambini, le donne e gli uomini con gli abiti tradizionali, guidati dal prete. Ai bordi della strada, gli abitanti del luogo, con i gli abiti tradizionali da lavoro, e i tanti turisti. Ci sono anche i corni Walser di Ornavasso.

La processione viene ripetuta per quindici volte, poi alle 10,30 arriva sul set Claudia Pandolfi. Nella scena, assiste alla processione e chiede a un'abitante di Macugnaga (una vera attrice) di raccontarle che cosa si celebri.

Il sole comincia ad essere caldo ma i responsabili delle comparse hanno mille attenzioni per noi e arriva l'ora dello spuntino, con cartoni di pizza e focacce fumanti per sfamare tutti.

Claudia, tra una pausa e l'altra, si concede per le foto ricordo di rito.

I lavori sul set proseguono fino alle 13 passate, poi si va in pausa. C'è chi si mette sul prato a prendere il sole, chi schiaccia un riposino, e chi semplicemente si siede al bar.

Un'oretta, e si riparte: arriva anche Filippo Timi, che del suo personaggio ha ben poco. Sprizza simpatia e carisma, ma più tardi lo vedremo calarsi perfettamente in Manfred.

La seconda parte della scena 37 è quella dell'incontro tra i due protagonisti alla festa: dopo la processioni viene distribuito il pane benedetto. E' qui, tra la confusione, che Marina intravvede Manfred, il suo padrone di casa, e si avvicina per salutarlo. Lui, che è con il fratello, è molto indisponente e l'atmosfera è carica di tensione e imbarazzo.

Rimango incantata ad ascoltare Cristina Comencini dirigere i tre attori, dare loro le indicazioni su come interpretare al meglio il pathos del momento. E' davvero un'esperienza molto formativa.

Si gira e si ricomincia dall'inizio, finché la Comencini urla: “Questa è perfetta!”. Sono le 17 passate e il sole improvvisamente cala dietro il Monte Rosa. Giusto il tempo per registrare il sonoro della bandella che accompagna la festa, e il set viene chiuso.

Bisogna ritornare alla base, a Pecetto, per riconsegnare i costumi di scena e incassare la paga, in contanti. In tempi di crisi, un miracolo essere pagati al termine della giornata lavorativa!


Visualizzazioni: 303

Commento

Devi essere membro di Neveazzurra per aggiungere commenti!

Partecipa a Neveazzurra

Commento da silvia 81 su 23 Settembre 2010 a 13:12
Proprio il caso! Ci si vede... o su Neveazzurra... o nel paesello... o al cinema!!! :-)
Commento da Miria su 23 Settembre 2010 a 12:09
Ciao Silvia..e il caso ha voluto che ci conoscessimo appena arrivate :)) B. giornata
Commento da silvia 81 su 23 Settembre 2010 a 12:01
C' ero anch' io! Giornata lunga e stancante, ma è stata una bella esperienza da provare almeno una volta nella vita!
Poi ho pure avuto l' occasione di conoscere una mia nuova compaesana!

GUARDATE QUI IL VIDEO "IL PIACERE DI PERDERSI. TUTTO L'ANNO.
Un video dedicato all'outdoor e a tutte le attività all'aria aperta che il territorio può offrirci! Nel fantastico scenario di laghi, monti e valli!

Attività Recenti

franco iulini ha pubblicato delle foto
18 Nov
Sono stati selezionati 2 post del blog di Silvia
16 Nov
Post del blog da Silvia
16 Nov
domenico tozzini è ora membro di Neveazzurra
2 Nov
Sono stati selezionati 2 post del blog di Silvia
24 Ott
Post del blog da Silvia
24 Ott
È stato selezionato un post del blog di Silvia
10 Ott
Post del blog da Silvia
10 Ott
franco iulini ha pubblicato delle foto
1 Ott
GRAZIANO RIZZOLIO è ora membro di Neveazzurra
28 Set
È stato selezionato un post del blog di Cecilia
11 Set
Post del blog da Cecilia
11 Set

© 2017   Creato da Oreste.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio